venerdì 6 gennaio 2012

Pici (senesi) Cacio e Pepe

Gli auguri di Buon Anno Nuovo, e quelli ddi Buona Befana sono d'obbligo...il mese di dicembre è passato e le feste ormai quasi ed eccomi ritornare al mio caro blog, che trascurato un po'...

Con l'anno nuovo esplicito con enorme orgoglio la mia collaborazione con "Gente del FUD", una community di blogger che amano le peculiarità gastronomiche del proprio territorio e che cercano di farle conoscere attraverso il web...

Mi sembrava doveroso quindi iniziare l'anno nuovo con una ricetta dedicata a Gente del FUD...è una ricetta semplice semplice ma deliziosa e che fa parte davvero della storia culinaria italiana... I pici cacio e pepe...

gli ingredienti per due persone sono:
  • 180g di pici
  • circa 120g di pecorino romano 
  • pepe rigorosamente macinato al momento
  • una noce di burro (che si può omettere, ma a me è servita per amalgamare meglio il condimento)
  • sale 
Mettete l'acqua per lessare la pasta sul fuoco e quando avrà raggiunto il punto di ebollizione salatela e buttate la pasta..i pici hanno tempi di cottura abbastanza lunghi, circa 15 minuti, quindi avrete tutto il tempo di preparare il condimento...

In una ciotola capiente grattugiate il pecorino romano (meglio usare i fori piccoli, così il formaggio si scioglie meglio) e aggiungete a piccole dosi l'acqua di cottura della pasta per formare una sorta di "cremina" di formaggio che servirà per condire i pici...
Quando la pasta è al dente scolatela (avendo cura di serbare una tazza di acqua di cottura), mettetela nella zuppiera dove avete preparato il formaggio, aggiungete la noce di burro di cui sopra e mescolate rapidamente, diluendo, se necessario, con un pochino di acqua di cottura...completate il piatto con una abbondante macinata di pepe nero, amalgamate ancora e mangiate CALDISSIMA...io l'adoro!

ovviamente lo stesso condimento si può usare anche per altri formati di pasta, come strozzapreti o spaghettoni...


6 commenti:

  1. base chiama eli eli rispondi!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Elisa, scusami una domanda ma sono senese ed anche un po' rompiscatole: ma perché fai i pici cacio e pepe con il pecorino romano e non con quello di Pienza? Qui da noi si fanno spesso ma rigorosamente con pecorino stagionato di Pienza o al massimo delle crete senesi. Immagino che tu li abbia mangiati, è un piatto strepitoso. Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  3. cara Elisa sono Tamara ciao, volevo avvisarti che ieri ho trovato su fb questa foto dei pici su una pagina, siccome conoscevo la persona le ho spiegato che era una foto che apparteneva ad un blog e lei l'aveva pubblicata spacciandola per sua senza averne il diritto, risultato mi ha tolto l'amicizia e oggi abbiamo avuto un battibecco in privato, penso l'abbia tolta ma non sò, questa è la pagina, se vuoi vedere,
    https://www.facebook.com/serena.peppetti?fref=ts
    un caro saluto...Tamara

    RispondiElimina
  4. Pensiamo a quanto ci unisce il cibo.. Io li ho perpetrati alla mia mogliettina

    RispondiElimina
  5. Cara Tamara...grazie davvero..apprezzo moltissimo...e vado a vedere...un abbraccio..

    RispondiElimina
  6. Caro anonimo...è verissimo..poche altre cose predispongono gli animi come il buon cibo...un saluto a te e tua moglie..

    RispondiElimina

Questi blog mi piacciono proprio tanto...